Concerti di Natale

Sabato 27 dicembre 2014 – ore 21
Basilica di San Nicolò – Lecco

Sabato 3 gennaio 2015 – ore 21
Chiesa di San Giovanni evangelista – Lecco

1° parte
Felix Mendelssohn
Verleih uns Frieden gnädiglich per Coro e Organo
Hör mein Bitten per Soprano, Coro e Organo (Soprano: Fiorella Pedrone)
Hymne op.96 per Alto, Coro e Organo
– Lass, o Herr, mich hülfe finden
– Choral (Deines Kind’s Gebet erhöre)
– Herr, wir trau’n auf deine Güte

2°parte
Tomás Luis de Victoria (1548-1611) – Ne timeas Maria – mottetto a 4 voci
Hans Leo Hassler (1564-1612) – Dixit Maria – mottetto a 4 voci
Johann Pachelbel (1553-1506) – Magnificat in re maggiore per coro e basso continuo
Morten Lauridsen (1943) – O magnum mysterium
Javier Busto (1949) – Verbum caro factum est
Herbert Bittrich – Festejos de Navidad
Arm. Angelo Mazza – El nacimiento
Sally De Ford – Born is the Light of the world – per coro e pianoforte
John Rutter (1945) Star Carol – per coro e pianoforte

Presentazione
Le tre composizioni che verranno interpretate nella prima parte del concerto costituiscono senza dubbio autentici capolavori. In esse, infatti, si ritrovano tutti gli elementi tipici del pensiero compositivo mendelssohniano: eleganza melodica e armonica, perfetta aderenza testo-musica, scrittura estremamente calibrata e perfetta  delle quattro voci corali, sapiente connubio voce solista, coro- organo, il tutto inquadrato in un uso sempre azzeccato delle varie tecniche compositive. E’ stupefacente la capacità di Mendelssohn di sviluppare un’idea musicale di base attraverso un graduale aumento della tensione espressiva senza mai perdere di vista l’eleganza della scrittura e la cantabilità della parola.
In “Verleih uns Frieden” si assiste proprio a questo atteggiamento, in cui ad una prima proposizione del tema affidato ai soli bassi, si aggiungono gradualmente i contralti e, infine, l’intero coro, a significare tutto il popolo che canta un vero e proprio inno di pace.
“Hӧr mein Bitten” è una grande cantata corale per soprano, coro e organo, in cui il coro commenta, accompagna, interagisce con la voce solista, in una grande varietà di atteggiamenti compositivi che valorizzano il testo.
I tre affreschi che compongono l’Inno “Lass, o Herr” sono autentici capolavori. La grande pregnanza espressiva del tema del Contralto caratterizza tutto il primo brano, in cui il coro ha la funzione di amplificare ulteriormente l’intimità del testo. Segue un corale, dapprima cantato dai soli contralti e successivamente armonizzato dalle quattro voci. Infine, “Herr, wir trau’n auf Deine güte dich”, costituisce il momento conclusivo dell’affresco corale, fatto di autentici slanci emotivi che la scrittura contrappuntistica contribuisce a rinforzare.
La seconda parte del concerto respira a pieni polmoni l’incanto del Natale, ripercorrendone ora gli aspetti più severi della polifonia rinascimentale, barocca e contemporanea, ora quelli di matrice popolare, in cui il racconto della Natività si arricchisce di quegli elementi di fantasia di cui l’uomo ha bisogno per sentirsi più partecipe di questo meraviglioso evento che ha cambiato la storia. Con questi sentimenti l’Accademia corale di Lecco rivolge a tutti il suoi più sinceri auguri con i mezzi che più gli sono propri: il canto e il cuore.

Antonio Scaioli

Concerto 27 dicembre 2014 – locandina

Concerto 27 dicembre 2014 – brochure

Concerto 3 gennaio 2015 – locandina

Concerto 3 gennaio 2015 – brochure

Lascia un commento